settembre

Festa di San Michele

dal 27 al 29 settembre

Santarcangelo di Romagna (RN)

L’ultimo fine settimana di settembre, la cittadina clementina è animata dalla Fiera di San Michele, popolarmente conosciuta come “Fiera degli uccelli” poiché vi si svolge una singolare competizione, la Gara canora per uccelli alla quale partecipano allevatori di richiami vivi.
I legami con il mondo venatorio sono inoltre testimoniati da un editto di epoca malatestiana in cui si parla della caccia con il falcone e del relativo commercio in tempo di fiera.
La Fiera di San Michele predilige i temi dedicati agli animali e al mondo agricolo, con mostre ed iniziative ad essi dedicate: La Chèsa di Gazott, mostra di volatili da compagnia; la Gara di Canto, caratteristico appuntamento che si svolge all’alba inserito nel calendario nazionale delle Sagre e Fiere Venatorie; le Cose Vecchie del Mondo Animale, una mostra di attrezzi, immagini e ricordi legati alle tradizioni venatorie ed ai primi allevamenti avicoli, la Vecchia Fattoria con la presenza degli animali più rappresentativi, capaci di evocare il ricordo e la conoscenza degli animali dell’aia.
Da qualche edizione è tornata anche la Mostra Cinofila. L’iniziativa oltre agli aspetti tipici di una gara, con selezione e sfilata degli esemplari partecipanti, prevede premi anche per i cosidetti “bastardini” e riconoscimenti per i conduttori più giovani. Prima del Best in Show finale si può assistere ad una dimostrazione di cani da Utilità Civile.
Altro gradito ritorno è la FestAgricola un’occasione di incontro fra il mondo dell’agricoltura ed il pubblico, in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Rimini. In programma un mercatino di produttori, le fattorie didattiche, degustazioni, balli contadini, mostre di modellismo agricolo ed una rievocazione dei lavori agricoli di una volta.
Tradizionale, infine, l’appuntamento con Bambininfiera, con Il Mercatino dei Bambini e le animazioni dedicate ai bambini e alle famiglie.
Tra le cose da comprare: articoli per il giardinaggio in piazza Ganganelli per l’occasione ribattezzata La piazza verde e letteralmente ricoperta di piante e fiori; i prodotti naturali e biologici, in vendita nel Mercato della salute che si snoda nel centro del paese e tanti articoli per la casa e la persona proposti dal colorato mercato ambulante della fiera con più di 200 espositori.

Fiera di San Martino
Da non perdere a partire dall’8 fino all’11 novembre la tradizionale Fiera di San Martino, la cui fama ha oltrepassato i confini locali.  In particolare sono due le cose che fanno della fiera di San Martino una manifestazione conosciuta a livello nazionale: i cantastorie, che si danno appuntamento ogni anno in occasione della Sagra Nazionale a loro dedicata e le ‘corna’: appese sotto l’Arco della centralissima piazza Ganganelli dovrebbero segnalare, oscillando, se la persona che vi passa sotto in quel momento è stata vittima del tradimento dell’amata/o.
La Fiera di San Martino è incentrata soprattutto sul cibo: nella la Casa dell’Autunno, in Piazza Marini si possono trovare i prodotti tipici di molte regioni italiane, nella centrale Piazza Ganganelli Casa Romagna offre ogni sorta di specialità emiliano-romagnola, e i tanti punti ristoro soddisfano ogni richiesta, dalla piadina alla polenta. Non mancano poi, accanto al tradizionale mercato ambulante, esposizioni di cose vecchie, artigianato artistico, auto e macchine agricole, delle quali la città è allegramente “invasa” fin negli angoli più reconditi e lontani. Tra gli appuntamenti in programma anche il “Palio della piadina” aperto a tutti, rigorosamente non-professionisti
 

Informazioni