maggio

La Soffitta in Piazza

4 maggio

Villanova - Bagnacavallo (RA)

Terzo appuntamento per curiosi e ricercatori di cimeli del passato a Villanova di Bagnacavallo, dove robivecchi, cenciaioli, sgombracantine e antiquari offrono un'occasione unica per trovare l'oggetto tanto ricercato, utile ad arricchire o completare la propria collezione.
Passeggiando per il grande mercato, gli amanti del vecchio e dell'antico potranno appagare le proprie curiosità visitando, inoltre, le mostre e i laboratori dell'EcoMuseo della Civiltà Palustre: il museo conserva una raccolta di intrecci unica al mondo e continua a mantenere vive le proprie radici grazie alla passione degli ultimi artigiani che preservano l'antica arte dell'intreccio delle erbe di valle e della lavorazione del legno nostrano. Un EcoMuseo con la vocazione didattica rivolta alla famiglia e alla scuola, che nel mondo della globalizzazione, intende evidenziare le peculiarità e la cultura della propria terra con mestieri, figure fantastiche e giochi della tradizione romagnola.
L'iniziativa riserva un'attenzione particolare alle vecchie botteghe artigiane e agli artisti, che presentano dal vivo l'esecuzione delle loro opere. All'"Angolo del naturale" si potranno assaggiare prodotti biologici, specialità dolciarie, salumi e formaggi tipici, liquori e vini locali.
L'"Ustareia di sdëz" vi attende con un pranzo tipico romagnolo che propone primi caserecci, grigliate e dolci della nonna accompagnati da vini della nostra terra.
Nella giornata di domenica 4 Maggio 2008, la "Sala Azzurra" del Palazzone ospiterà le mostre d'arte "Antiche Rose" decorazioni per interni, ricerca di Angela Corelli mentre l'Etnoparco ospiterà la mostra "L'uso della propria terra" le case del mondo di terra ed erba (apertura 10-18).
A due passi dall'ingresso della manifestazione, lungo la strada che fa angolo col Cimitero di guerra, potrete ammirare l'Etnoparco "Villanova delle capanne" con le splendide ricostruzioni di capanni ottocenteschi in canna palustre.
In caso di pioggia è prevista una data di recupero nella giornata di domenica 1 giugno.
L'ingresso al mercatino, alle mostre, all'Ecomuseo e all'Etnoparco è gratuito.

Informazioni